Laboratorio di scrittura creativa

"Scrivere con i 5 sensi”

Corso di scrittura creativa 2.0 organizzato dalla scuola CSI Viareggio

“Ciò che è stato scritto senza passione verrà letto senza piacere”

La scrittura è una forma d’arte e come tale va fatta conoscere perché possa essere apprezzata. All’interno della formazione scolastica, la scrittura è vista dagli alunni, come parte dell’italiano, quindi materia obbligatoria e spesso non facile da “digerire”, finalizzata ad imparare il necessario per svolgere il compito in classe in modo da ottenere un voto più o meno dignitoso; la scrittura è invece possibilità di realizzazione, sia essa volta a dare libero sfogo ad emozioni nate in momenti particolari della nostra vita, che all’arrabbiatura che non sappiamo come agire o a vagare in spazi infiniti con la fantasia. Quando scriviamo, anche se non ce ne rendiamo conto, attingiamo alle nostre conoscenze e alla nostra sensibilità, sensibilità che coinvolge l’uso che facciamo dei sensi oltre che la nostra capacità di analisi. Scrivere può servire ad evadere dalla routine quotidiana, ad esprimere ciò che non osiamo con le parole, a fermare in modo tangibile una sensazione, a prendersi cura di noi stessi. Non tutti siamo in grado di scrivere best sellers, ma tutti, scrivendo, esprimiamo emozioni.

Il corso si articolerà in 8 incontri della durata di due ore ciascuno:

• Noi e la scrittura: Conosciamoci!

• Conosciamo la scrittura: I generi

• Il libro: come è fatto

• Proviamo a scrivere…

• Scrittura di un breve racconto attraverso i 5 sensi

• Incontro con gli autori

• Panico da foglio bianco

• Scrittura di una storia breve e conclusione.

In collaborazione con la Casa Editrice Edizioni Cinque Marzo di Viareggio verranno organizzati incontri con autori per favorire un confronto diretto con esperienze diverse, stili di scrittura e tipologie testuali.

Il corso è pensato e creato al fine di avvicinare adulti ed adolescenti alla scrittura in modo giocoso ed auto esplorativo, senza finalità valutative. Il nostro obbiettivo è far percepire la forza liberatoria e coinvolgente della scrittura ad ognuno dei partecipanti. Il corso sarà tenuto da Patrizia Farnocchia, laureata in Scienze dell’Educazione e della Formazione presso l’Università delle Scienze Umane Niccolò Cusano di Roma. A fine corso verrà proposto ad ogni partecipante di creare un proprio elaborato da presentare durante un evento finale.

Patrizia Farnocchia È nata e vive a Viareggio. Laureata in Scienze dell’Educazione e della Formazione presso l’Università delle Scienze Umane Niccolò Cusano di Roma, ha conseguito un master in Counseling ed uno in Mediazione Familiare. Dal 1980 al 2005 ha dedicato parte del suo tempo ad attività di volontariato a favore di persone non vedenti, portando avanti un progetto di intrattenimento con lettura creativa e scrittura su dettatura. Questo progetto nato da un interesse personale, è stato sostenuto dalla constatazione dei benèfici effetti prodotti sui partecipanti e nel 2005 le competenze sono state incrementate attraverso la partecipazione, in qualità di discente, ad un corso di formazione in Scrittura e Lettura Creativa organizzato dalla Provincia di MassaCarrara con fondi della Comunità Europea, terminato con la pubblicazione di una piccola antologia collettiva. Ha pubblicato articoli su riviste di settore e per un triennio (2006-2008) ha partecipato alla redazione del giornalino interno pubblicato da una cooperativa sociale viareggina. Da anni si occupa di formazione, collaborando con agenzie formative presenti sul territorio toscano, insegnando in corsi di formazione per il conseguimento di qualifiche professionali nel settore sociale. Dal 2009 al 2014 ha svolto la sua attività professionale all’interno del reparto Hospice territoriale, e tutt’ora facilita un gruppo di aiuto per il sostegno ed il superamento del lutto, utilizzando tecniche di storytelling e scrittura per agevolare il contatto interiore e l’espressione delle emozioni.

consiglio questo corso a chiunque sia amante della lettura e desideroso di scoprire di più e mettersi in gioco e sperimentare le sue doti artistiche come scrittore, perché sotto sotto siamo un po’ autori di un nostro manoscritto personale